Visita a bordo di Nave Garibaldi - G.K.S.I.F. - Gakko Karate-do Shotokan Italia Federation

Vai ai contenuti

Menu principale:

Visita a bordo di Nave Garibaldi

News
Pietrelcina 2019

I nostri ragazzi sono abituati a "uscire" dal Dojo, a lavorare e mostrarsi fuori dalle mura della palestra; lo fanno abitualmente durante le gare (in Italia e all’estero) e gli stage di formazione qua e là; lo fanno (anche con maggiore entusiasmo) quando si allenano a contatto con la natura, in pineta o in spiaggia… Ma due kata (Taikyoku Shodan e Enpi) eseguiti sul ponte di volo di una nave militare, a queste latitudini, probabilmente non si erano mai visti!

Questo è stato solo uno dei momenti, indimenticabili, di una mattinata speciale regalata dalla Marina Militare Italiana a 94
(tra Allievi, Istruttori, Maestri, genitori e accompagnatori) rappresentanti della GKSIF provenienti da diverse palestre, che il giorno 21 maggio 2019 hanno avuto il piacere di visitare l’Incrociatore Portaeromobili "Giuseppe Garibaldi", ormeggiato nella Stazione Navale "Mar Grande" di Taranto.

L’appuntamento era stato fissato alle ore 9,00 e la puntualità con cui tutti si sono presentati ha evidenziato l’impazienza di scalare il barcarizzo (la scaletta di accesso) della nave: anche tra gli adulti c’erano molti che non erano mai stati su una nave militare.

All’ora stabilita dal programma un gentile Sottocapo dal sorriso solare ci è venuto incontro per condurci all’ingresso della base navale dopodiché, superati i necessari controlli di sicurezza, altri membri dell’equipaggio ci hanno accompagnato a bordo. Qui, all’interno dell’hangar, il Capitano di Vascello Stefano Frumento, Comandante della nave, ci ha dato personalmente il benvenuto e degli ufficiali ci hanno illustrato una breve storia dell’Unità e delle sue principali caratteristiche. Al termine del briefing gli stessi hanno risposto pazientemente a tutte le domande poste con viva curiosità soprattutto dai più piccoli, uno dei quali avrebbe voluto sapere – addirittura – il "punto debole" della nave…

A seguire, divisi in gruppi, siamo stati accompagnati lungo tutto il percorso di visita. Tutto il personale preposto nelle varie tappe è stato gentile ed esauriente nelle esposizioni, necessarie a spiegare i diversi locali visitati, per cercare di farci comprendere come si lavora e quello che succede a bordo di una nave quando è impegnata, in mare, in attività sia essa operativa o addestrativa. Alcune signore non hanno potuto fare a meno di notare come tutto fosse in ordine e privo di polvere…

Giunti all’esterno, sul ponte di volo da cui decollano e atterrano aerei ed elicotteri, è stato possibile fare la tradizionale foto di gruppo. Qui abbiamo chiesto al Comandante di poter eseguire i Kata in suo onore e per l’equipaggio. La richiesta è stata accolta con entusiasmo e gli Allievi sono stati ben lieti di mostrare quello che sanno fare.

La visita si è conclusa li dov’era iniziata, in hangar, dove il nostro Direttore Tecnico il M° Cosimo Cavallo, ha avuto il piacere di offrire al Comandante Frumento il gagliardetto ed una maglia della GKSIF; l’alto ufficiale ha restituito la cortesia donando un Crest della nave, personalizzato di suo pugno con la frase "Crescete rispettosi, forti e disciplinati", ispirato dalla comunanza di valori tra la Forza Armata e la pratica delle discipline marziali.

Scendendo dalla ripida scaletta, qualcuno avrebbe voluto tornare indietro e ricominciare tutto daccapo, un po’ come si fa con le giostre quando ti piacciono tanto. Ma il "Garibaldi"
e le altre Unità della nostra flotta sono ben altro… Per questo, ben conoscendo l’importanza di quanto viene fatto dagli uomini e dalle donne in divisa, la GKSIF ringrazia la Marina Militare Italiana, ed in particolare il Capitano di Vascello Stefano Frumento e il suo equipaggio, per averci dato modo di apprezzare, seppur minimamente, una realtà sconosciuta ai più, rendendoci ancora più orgogliosi di essere italiani!


 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu