Stage Nazionale Estivo 2014 - La cronaca - G.K.S.I.F. - Gakko Karate-do Shotokan Italia Federation

Vai ai contenuti

Menu principale:

Stage Nazionale Estivo 2014 - La cronaca

Archivio > 2014

Doveva essere un avvenimento importante, perché non poteva essere solo il “solito” stage annuale, ma anche la celebrazione del 20° anno di attività della G.K.S.I.F.
Per questo il M° Cosimo Cavallo
e i suoi più vicini collaboratori hanno profuso grandi energie e speso molto del loro tempo per organizzare al meglio un evento degno di tale nome.
Il risultato è stato che nei giorni 27
, 28 e 29 giugno 2014 al Camping Santomaj a Marina di Leporano (TA), predominavano due colori: il verde della natura e il bianco dei karategi dei 322 atleti delle discipline del Karate, del Ju Jitsu, dell’Aikido, del KendoIaido e del Ninjitsu, tutti qui che partecipavano allo “Stage Nazionale Estivo 2014” della nostra Federazione.

In realtà il colore delle tenute delle ultime due discipline (Kendo e Ninjitsu) era decisamente più scuro (blu e nero), ma questo non toglie nulla al fatto che anche loro – come tutti – hanno contribuito a rendere questo incontro multidisciplinare una vera e propria festa delle arti marziali, in cui ben 25 maestri istruttori (anche di livello internazionale) sono stati a disposizione di quanti, nonostante il sole e il caldo, si sono allenati con grande impegno sui 4 tatami allestiti in altrettante zone del villaggio.
La presenza di diverse dottrine ha peraltro stimolato una sana curiosità (diventata presto vivo interesse) sia nei partecipanti allo stage che in molti campeggiatori clienti del campeggio. E questo è senz’altro una ulteriore nota di merito, perché qualsiasi sport dovrebbe promuovere dinamicamente la propria attività.

Un particolare ringraziamento va fatto ad alcuni ospiti che hanno onorato con la loro presenza e partecipazione questo stage: il Console giapponese Noriyuki Ishimaru (6° Dan di Judo), il signor Fiore Bramato (campione mondiale 1974 di Lotta Greco-Romana), il M° Marcello Filippo (5° Dan di Karate e Ju Jitsu) e il M° Alfredo Romeo (8° Dan di Karate Shotokan).
Proprio il M° Romeo è stato il protagonista di un momento molto significativo: al termine dell’allenamento del pomeriggio di sabato, dopo aver ricevuto il saluto di tutti i presenti sul tatami, in onore di una lunghissima amicizia e di ciò che egli rappresenta per il movimento del Karate Shotokan (potete trovare la sua biografia QUI
) il M° Cosimo Cavallo (Direttore Tecnico della Gakko Karatedo Shotokan Italia Federation) gli ha conferito la nomina di Direttore Tecnico Onorario.

Nel corso dello stage si è sicuramente distinto per disponibilità, gentilezza e per una grande carica di simpatia il dottor Ishimaru, che ha conquistato l’affetto di grandi e piccini ma anche di tutto il personale del Santomaj.

A tutti gli ospiti di riguardo e ai maestri che hanno contribuito alla buona riuscita del seminario, è stata consegnata una targa ricordo su cui è stata scritta una frase del grande maestro Funakoshi
: “Hatsuun Jindo – Disperdere le nuvole, cercare la strada” che il M° Cavallo ha scelto come augurio per coloro che l’hanno ricevuta perché come maestri, come guide, come riferimento, possano sempre avere la capacità, l’esperienza e la forza di trovare e di indicare agli altri la giusta via.

Lo stage è stata anche l’occasione per dare agli allievi più giovani qualcosa di più: nel pomeriggio di venerdì 27 il M° Rocco Malacarne (già Funzionario della P.S.) ha tenuto una conferenza che trattava l’argomento “bullismo”; mentre sabato 28 l’istruttore del 118 Paolo Laganaro ha mostrato ai ragazzi le tecniche di primo soccorso e BLSBasic Life Support per la rianimazione cardiopolmonare.

La mattinata di domenica, giornata conclusiva dello stage, è stata impiegata per sottoporre i praticanti le diverse discipline ai necessari esami per l’avanzamento di Dan e Kyu. Questo è forse il momento più atteso dai nostri allievi, perché – seppur temuto – rappresenta l’evento che più di tutti gratifica della fatica e del sudore prodotto in palestra durante tutto l’anno accademico.

Al termine della sessione, dopo la cerimonia di chiusura dello stage e i saluti e gli abbracci di rito, a piccoli gruppi, i tanti partecipanti hanno lasciato il villaggio per tornare alle loro città: Milano, Pistoia, Torino, Catania, Pietrelcina, ecc.
Il camping Santomaj, che per 3 giorni ha visto un brulicare di atleti e arti marziali senza precedenti, è tornato alla solita quiete e un altro capitolo della ventennale storia della Gakko Karatedo Shotokan Italia Federation si è concluso.

Doveva essere un evento importante, e lo è stato; e il fatto che rimarrà nei ricordi di molti tra coloro che vi hanno partecipato lo renderà ancora più memorabile... Osu!

 
 

TORNA SU

 
Torna ai contenuti | Torna al menu