Gara di Kata e Percorso a Tempo a Scampitella - G.K.S.I.F. - Gakko Karate-do Shotokan Italia Federation

Vai ai contenuti

Menu principale:

Gara di Kata e Percorso a Tempo a Scampitella

News

Domenica 13 marzo 2016 ore 9,00 … C’è un po’ di fermento davanti al Dojo Ryu No Seishin in via Piave a Scampitella (AV). Tra poco inizierà - per la prima volta qui - una gara di Kata e una di Percorso a Tempo GKSIF, riservata a bambini fino ai 14 anni di età.
La manifestazione - fortemente voluta da M° Cosimo Cavallo - è stata organizzata dal M° Lucia Morano in collaborazione con la GKSIF anche per gratificare gli Atleti della zona che partecipano sempre volentieri agli altri raduni, spesso sorbendosi diverse centinaia di chilometri, che tanto desideravano un evento "in casa".
In realtà questa idea era nell’aria già da un po’ di tempo; quello che ha sempre frenato la sua realizzazione è stata la mancanza di una struttura idonea ad ospitare adeguatamente un numero consistente di ragazzi, accompagnatori e tecnici. Ma tant’è, ci si è detto, non si potrà organizzare una competizione nazionale o interregionale, … ma una gara regionale sì! ... Ed eccoci qua.
Gli iscritti alla gara si sono cimentati prima nella gara di Percorso a Tempo GKSIF, poi nella gara di Kata. Ciascun piccolo concorrente è stato attentamente seguito e sostenuto da un pubblico attento ed educato, che ha osservato ogni esibizione in religioso silenzio, ma che non ha mancato di far sentire i propri applausi a tutti i partecipanti.
Alla manifestazione ha partecipato anche il Sindaco di Scampitella, il dott. Antonio Consalvo, che a fine gara ha premiato tutti i piccoli Atleti, ed ha promesso, nel suo discorso di saluto, che nel prossimo futuro ci sarà sicuramente una nuova struttura per l’attività sportiva della città.
Dopo le immancabili foto ricordo, i saluti e i complimenti ai partecipanti, la manifestazione è terminata; e non importa se uno dei piccoli concorrenti (forse per la fretta di arrivare puntuale) ha dimenticato il karategi a casa e ha gareggiato in tuta; non importa se un altro non ha voluto togliere le scarpe perché si sentiva "in imbarazzo"; non importa nemmeno che un altro bambino, per l’emozione, non ricordava il nome del Kata che doveva eseguire… quello che importa (chi pratica il Karate lo sa) è fare in modo che le cose riescano meglio, fare con passione… proprio come è successo per questa 1^ Coppa Ryu No Seishin di Scampitella!

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu